Paragone vs media di regime: “Ecco un esempio di quanto i giornalisti sono casta” Video

Paragone vs media di regime: “Ecco un esempio di quanto i giornalisti sono casta” Video

LA CASTA da IlBlogdellestelle.it

Mi diverte assai vedere i giornalisti in prima linea nella lotta alla casta dei politici. Mi diverte perché essi di codesta casta fanno parte a pieno titolo.

Del pari mi diverte molto vederli attaccare i privilegi altrui dietro il comodo schermo del loro incomprensibile Ordine.

Ma la parte più divertente arriva quando certi quotidiani “indipendenti” invocano la fine dei contributi statali ai giornali di partito: proprio loro che sono molto più faziosi e schierati di quelli e, come quelli, ingozzati di contributi statali.

Soldi nostri, tasche loro

Per i politici le nostre tasse sono quisquilie, pinzillacchere, mance, disponibilità di spesa a loro totale discrezione. Una frase qui, un piccolo emendamento lì, un’aggiunta e, come per miracolo, si materializzano milioni di euro per i partiti.Somme sottratte alla sanità, alle famiglie, alla sicurezza, alla scuola.

Soldi che spariscono nel nulla. Bersani prima PCI, poi PDS, quindi DS, poi PD e ora ombra-PDL è un maestro nell’utilizzo occulto dei soldi degli italiani. Nella legge Bersani del 2006 c’è un codicillo sui giornali di partito.

La Casta dei giornali/ Tutto a carico del contribuente

I tagli ai costi della Casta sono nel DNA della Mondadori, di RCS, del Sole 24 Ore e dell’Espresso-La Repubblica. Gruppi di punta del risanamento italico. L’importante, però, è che i tagli non li riguardino. Berlusconi, De Benedetti, la Confindustria e il “salotto buono” di RCS si fanno pagare i costi del telefono, della luce e dei francobolli per le spedizioni.

Hanno un’IVA scontata e, se gradiscono, finanziamenti agevolati. Sono contento. I più ricchi imprenditori italiani lo sono un po’ anche per merito nostro. Quando lo psiconano leccherà un francobollo gratis per spedire Panorama e il liberal distruttore della Olivetti non pagherà la bolletta della luce penseranno a noi con affetto sincero.

La Casta dei giornali/ Gli stipendi dei direttori

Molte famiglie italiane vivono sotto la soglia di povertà. Ma anche i poveri pagano le tasse. Ogni euro che versano è per loro un vero sacrificio. Lo Stato però li ripaga. Senza il loro contributo gente come Ferrara, Polito, Belpietro, Feltri non avrebbe potuto vivere come un pascià.

I loro stipendi li devono a noi. La loro felicità è anche la nostra. Ci addolora solo che non ci dicano mai un grazie. Che questi dipendenti statali non pubblichino mai una notizia vera

Paragone vs media di regime: “Ecco un esempio di quanto i giornalisti sono casta” Video

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *